Card. Giuliano Cesarini iuniore (1466 – 1510)

stemma_cesarini_card_giuliano_iuniore

Card. Giuliano Cesarini iuniore (1466 – 1510). Figlio di Gabriele e Golina Colonna, protonotario apostolico, cardinale prete dal 1493 creato da Alessandro VI Borgia, con i Borgia era anche imparentato per via del matrimonio di Gerolama, figlia naturale del papa, con suo fratello Giovannandrea Cesarini. Partecip├▓ ai due conclavi che, nel 1503, elessero Pio III Todeschini Piccolomini e Giulo II della Rovere. Rappresentante di una curia pontificia mondanizzata e nepotista, ottenne favori e ricche commende. Fu il primo dei Cesarini ad avere le propriet├á romane del casato nell’area di S. Nicola dei Calcarari (oggi Largo di Torre Argentina) e quelle di S. Pietro in Vincoli. A lui si deve il primo nucleo della collezione d’arte Cesarini e la “dieta statuaria”, pionieristico ed umanistico strumento di conoscenza e conservazione dell’arte antica.

Agli anni del cardinale Giuliano iuniore risale la concessione alla famiglia Cesarini, da parte di papa Alessandro VI Borgia, della carica di Gonfaloniere del senato e del popolo romano. Il primo a beneficiarne fu Gabriele, padre del cardinale. Riconfermata alla stessa famiglia dai papi successivi, la carica pass├▓, in via ereditaria, dai Cesarini agli Sforza Cesarini. Da qui il ricorrente gonfalone con la classicistica sigla SPQR (Senatus Populusque Romanus) che sventola a destra e sinistra del loro stemma araldico. Ovviamente solo in quello dei primogeniti e capi del casato.